140 Tatuaggi maschili per l'avambraccio (e il relativo significato)

I tatuaggi hanno giocato un ruolo fondamentale in numerose tradizioni e rituali. Nel Borneo, per esempio, era usanza che le brave tessitrici si tatuassero dei simboli sull'avambraccio: questo faceva sì che il loro status sociale migliorasse e che venissero considerate delle spose e delle madri migliori.

Un altro esempio molto noto è costituito dai tatuaggi che venivano utilizzati all'inizio del XVII secolo in Giappone per marchiare e identificare i criminali e coloro che infrangevano le  leggi. Grazie a questo tatuaggio, spesso costituito da una croce o da una linea retta, i criminali potevano essere riconosciuti facilmente anche in mezzo alla moltitudine.

Come esempio più attuale abbiamo i tatuaggi che vennero introdotti in vari campi di concentramento nazisti durante l'autunno del 1941. A causa delle centinaia di migliaia di prigionieri sovietici che arrivarono nel terribile campo di concentramento di Auschwitz, la maggior parte dei quali morì presto vittima della fame e delle torture, le autorità delle SS iniziarono a tatuare i prigionieri per facilitarne l'identificazione.

Significati dei tatuaggi sull'avambraccio

Se state pensando di farvi un tatuaggio, probabilmente avete già scelto il disegno e avete già ben chiaro in mente quale sia il simbolismo che ne deriva. Tuttavia, è necessario avere un'idea ben chiara anche su quella che sarà la zona del corpo in cui volete collocare il tatuaggio: non solo il disegno, ma anche la stessa parte del corpo in cui viene realizzato il tatuaggio possiede infatti un proprio simbolismo.

L'avambraccio rappresenta allo stesso tempo la forza e l'abilità: nonostante questa parte del corpo sia sempre più popolare fra gli uomini, ci sono anche diverse donne che decidono di tatuarsi questa parte del corpo.

Molte persone decidono di tatuarsi l'avambraccio per richiamare l'attenzione sui propri muscoli: questo tatuaggio costituisce quindi un'ottima  motivazione per mantersi in forma.

I tatuaggi sull'avambraccio servono anche per ricordare una qualche esperienza personale, per ricordare qualcuno in particolare, per non dimenticare mai quelli che sono i propri obiettivi o, semplicemente, per rendere omaggio ad una persona cara, fra le altre cose.

I tipi di tatuaggio più popolari sull'avambraccio

1. Tatuaggi geometrici

Il vantaggio principale dei tatuaggi geometrici è che si ha la libertà di scegliere la forma che più si desidera per il tatuaggio. Queste forme sono generalmente separate da una grossa linea e, al termine del lavoro, sembrerà di avere una vera e propria manica disegnata. Questo tipo di tatuaggio risalta di più se realizzato in nero; per quanto riguarda le forme, invece, vengono utilizzati triangoli, rombi, quadrati e persino delle linee che vanno a zigzag per tutta la lunghezza del braccio.

2. Ritratti

L'avambraccio è una delle zone del corpo più gettonate per realizzare questo tipo di tatuaggio. Grazie alla sua notevole visibilità, è possibile trasmettere in maniera ancora più efficace il messaggio che si vuole esprimere. Risaltano i ritratti delle persone care, delle persone che in qualche modo costituiscono un'ispirazione o persino dei protagonisti dei film o delle serie TV. Vengono quasi sempre realizzati in nero o in grigio.

3. Mappe

I tatuaggi raffiguranti le mappe geografiche costituiscono un'ottima scelta per coloro che amano viaggiare. Alcuni di questi disegni possono assumere anche una connotazione misteriosa, come per esempio la raffigurazione di una mappa del tesoro. Si può anche scegliere di raffigurare la mappa della propria città, del proprio Paese o persino del proprio continente. Alcune persone scelgono persino di tatuarsi un mappamondo per simboleggiare ancora di più il desiderio di viaggiare e di conoscere il resto del mondo.

4. Ancore

È noto che i tatuaggi marinareschi, e in particolare quelli raffiguranti le ancore, erano molto popolari fra le persone che per lavoro o per ozio si dedicavano a viaggiare per i mari, come i militari, i capitani delle imbarcazioni, i pescatori o coloro che erano impiegati in lavori che prevedevano la navigazione. Tuttavia al giorno d'oggi, poiché le cose sono notevolmente cambiate, i tatuaggi che raffigurano le ancore sono in generale sempre più popolari e comuni, anche fra coloro che non sono dediti alla navigazione.

Quale è la parte migliore dell'avambraccio per un tatuaggio?

L'avambraccio costituisce una delle parti del corpo più popolari nel mondo dei tatuaggi e non dobbiamo inoltre dimenticarci che costituisce sicuramente anche una delle parti meno discrete. A volte è sufficiente utilizzare una giacca o una camicia a maniche lunghe per coprirlo, ma in certe zone del mondo, in alcuni periodi dell'anno, fa talmente caldo che è impossibile utilizzare questi tipi di indumenti.

Ciononostante, molte persone pensano che l'avambraccio sia comunque il posto migliore in cui farsi un tatuaggio. Come mai? Perché si tratta di un punto facilmente accessibile: il tatuaggio rimarrà per sempre a vista, anche per colui che lo possiede. Un tatuaggio deve essere fatto solo perché ci piace e non per piacere agli altri.

Quando decidiamo di farci un tatuaggio nell'avambraccio abbiamo essenzialmente due opzioni per quanto riguarda la posizione in cui collocarlo. La prima opzione è costituita dalla parte esterna: in questa posizione qualsiasi persona può vedere il nostro tatuaggio. La seconda, invece, è costituita dalla parte interna del braccio, una zona che raramente risulta esposta al sole e che è leggermente più facile da nascondere se se ne ha bisogno per lavoro o in occasione di un appuntamento. Bisogna inoltre dire che un tatuaggio realizzato nella parte esterna del braccio viene considerato leggermente più aggressivo di uno realizzato nella parte interna, ovvero dà un'impressione peggiore nelle culture più tradizionali che ancora non accettano del tutto i tatuaggi.

Quanto costa tatuarsi sull'avambraccio? Quale è il prezzo standard?

Per tutti coloro che non possiedono tanti soldi, il prezzo costituisce sicuramente uno dei fattori più importanti nel momento in cui si sceglie un tatuaggio piuttosto che un altro. Quando si tratta di calcolare il prezzo di un tatuaggio, uno dei fattori più importanti è senza ombra di dubbio la zona dove si andrà a fare il tatuaggio e, quindi, le sue dimensioni. Quanto più grande è il tatuaggio quanto più tempo impiegherà il tatuatore a realizzarlo e, quindi, quanto più caro sarà il tattoo. Un altro fattore importante è costituito dall'esperienza del tatuatore: i bravi tatuatori non sono infatti mai economici e potreste pentirvi se decidete di farvi fare un tatuaggio economico da un tatuatore senza esperienza.

Non dimenticate infatti che un tatuaggio è per sempre e, se volete il  meglio, dovete anche pagarlo. É una stupidaggine andare alla ricerca del tatuatore più economico perché, come abbiamo detto, un tatuaggio è per sempre e potreste passare il resto della vostra vita a pentirvi della scelta fatta.

Se avete già deciso quale sarà il vostro prossimo tatuaggio, cercate di fare una stima del numero delle ore necessarie per completarlo e moltiplicatelo per il prezzo che normalmente si applica ad un'ora di lavoro. In Italia parliamo più o meno di 50 euro all'ora, mentre in paesi come l'Argentina o il Messico, la tariffa è più bassa anche del 40 o 50%.