Acquario con Acquario: Affinità di coppia

Emanuel Garm Di Emanuel Garm | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2020

AcuarioamoreAcuario

Il successo della storia d'amore è assicurato quando si incontrano un lui Acquario e una lei Acquario

Entrambi hanno avuto la fortuna di nascere sotto lo stesso segno dello zodiaco. Governati dall'elemento dell'Aria, si riconoscono immediatamente: la stessa voglia di libertà, la stessa sensibilità, la stessa immaginazione e praticamente lo stesso modo di pensare.

Si sono piaciuti da subito e insieme sono in grado di vivere dei momenti indimenticabili, anche nell'intimità. L'umorismo, in particolare, è uno dei punti forti della coppia. Poiché sono abituati a non programmare niente e a lasciarsi sorprendere dalla vita, non si può certo dire che la noia faccia parte della loro quotidianità. Infine, grazie alla loro comune originalità e immaginazione, sono in grado di sconfiggere quella che è la minaccia più grande nella vita di coppia: la monotonia.

Di sicuro è tanta l'invidia che questa coppia suscita negli altri: il loro, infatti, è un amore spensierato, che si avvicina molto al tipico amore adolescenziale, libero da ogni vincolo.

Vero è che, col tempo, anche all'interno di questa coppia quasi perfetta possono sorgere delle complicazioni derivate da qualche tensione. Se i due decidono di creare una famiglia e andare a vivere insieme è perché hanno lasciato che il destino seguisse il proprio corso. Entrambi tendono infatti a lasciarsi trascinare dagli avvenimenti, facendo sì che le situazioni evolvano in modo naturale.

Mano a mano la donna Acquario potrebbe però arrivare a stancarsi di doversi preoccupare di tutto ciò che riguarda la quotidianità della vita familiare. Infatti, essendo maggiormente orientata verso la realtà, spesso, all'interno della coppia, è lei quella che si deve occupare dei problemi materiali e burocratici. Tuttavia, si tratta di un ruolo a cui non riuscirà mai ad adattarsi totalmente, perché, per natura, è tanto estranea alla realtà quanto lo è il suo compagno. La differenza fra i due è che la donna svolge questo ruolo perché  spinta da un forte senso del dovere e soprattutto, se li ha, dai figli. Il suo compagno, invece, è generalmente più sconsiderato, più sognatore e totalmente immerso in progetti che la maggior parte delle volte non si realizzeranno. È questo che a volte suscita l'irritazione di lei, la quale è spesso costretta a sacrificare la propria libertà per il successo del suo compagno.

L'unica soluzione perché i due possano avere un'unione duratura è quella di venirsi incontro vicendevolmente. Per esempio, dovranno evitare la tentazione di fare lo scaricabarile di fronte alle limitazioni imposte dalla vita quotidiana e accettare ognuno la propria parte di responsabilità. Per sopportare i sacrifici necessari dovranno quindi contare sulle capacità comuni.

La loro complicità, la loro intelligenza e la loro immaginazione saranno la chiave che permetterà loro di superare i momenti difficili della vita di coppia. Fondamentale sarà anche la loro apertura verso il mondo esterno: in questo modo, quando il loro equilibrio è minacciato, potranno contare sull'appoggio delle persone a loro più care per ricaricare le batterie.